Friday, July 31, 2015

C'è un bambino nell'altra stanza

Siamo arrivati a casa. Il Signor Tenace, il Teodolindo ed io.

Dal giorno del rientro, il Signor Tenace si sta chiedendo perché caspita si trovi dall'altra parte del mondo, in luoghi e ambienti sconosciuti, tra rumori, odori e sapori ignoti, in mezzo a gente diversa tra cui riconosce solo il bel biondino e la graziosa morettina che un giorno di due settimane fa l'hanno incontrato in Cina e non l'han piu mollato. Tenendo fede al suo nome, il signorino esprime tenacemente le sue perplessità ed inquietudini rispetto alla situazione attuale con multiformi manifestazioni di rabbia, pena e disappunto. Tutte pienamente comprensibili, visto il contesto.
A parte i momenti di sconforto, il Sig. Tenace è adorabile, molto simpatico, ed è già salito sul podio della classifica delle persone che più mi fanno ridere al mondo.

Il Teodolindo ed io viviamo in uno stato che va dall'incredulità tipo "Ma che caz...??!" all'inesprimibile meraviglia, stato che ben si riassume in quanto capitato la seconda sera dopo il nostro rientro a Montreal:
Io, già a letto esausta, vedo entrare in camera il Teodolindo con occhi sbarrati:
"Oh, Robi, c'è un bambino nell'altra stanza!"
"Sì, caro, è nostro figlio. Vieni, riposa un po' che ne hai bisogno."




Durante il viaggio ho tenuto un diario che inviavo alle nostre famiglie. Ne condividerò alcune pagine qui prossimamente. Da parte del Teodolindo e mia, un grazie di cuore a tutti quelli che hanno avuto pensieri per noi in queste settimane.

6 novembre 2016: aggiornamento
Dopo alcune riflessioni, ho deciso di cancellare i post relativi al nostro viaggio in Cina durante il quale siamo diventati i genitori del Sig. Tenace. Quelle pagine appartengono a lui, fanno parte della sua storia, la più intima, e oggi ritengo che non sia mio diritto condividerle pubblicamente. Grazie comunque a chi le aveva commentate e ci aveva seguiti con affetto in quei giorni.

17 comments:

  1. Che meraviglia!!!!
    Auguri!!!!

    ReplyDelete
  2. Aspettavo questo post!! Benvenuto signor Tenace!! Aspettiamo il diario :-))))))))))

    ReplyDelete
    Replies
    1. Il Sig. Tenace ringrazia per il comitato di benvenuto! Il Diario arriva in una pagina a parte.

      Delete
  3. Come dici tu, credo sia tutto normale ed inevitabile. Già il fatto che sia in grado di farti ridere mi sembra un buon segnale!
    In bocca al lupo per quello che è il meraviglioso percorso dell'essere genitore. A volte difficile e stancante, ma comunque meraviglioso.
    Non vedo l'ora di leggere delle vostre emozioni.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie, Federica, per le tue parole. La meraviglia e' il sentimento che per ora predomina.

      Delete
  4. Come dici tu, credo sia tutto normale ed inevitabile. Già il fatto che sia in grado di farti ridere mi sembra un buon segnale!
    In bocca al lupo per quello che è il meraviglioso percorso dell'essere genitore. A volte difficile e stancante, ma comunque meraviglioso.
    Non vedo l'ora di leggere delle vostre emozioni.

    ReplyDelete
  5. Tanti auguri a tutti e tre! C'è un bambino in camera, è fantastica!

    ReplyDelete
  6. Tanti auguri di buona vita a tutti e tre. C'è bambino nell'altra stanza, è fantastica :)

    ReplyDelete
  7. Evviva Evviva!
    Ben arrivati e ben trovati... non vediamo l' ora di leggere il diario delle vostre prime avventure!!

    Comunque, sará che io sono matta irrecuperabile, ma a me pure a distanza di due anni piglia ancora alla sprovvista quello stupore lí del Teodolindo!

    Alice felice

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ma infatti io dubito che la sensazione di stupore passera' un giorno.

      Delete
  8. Benvenuto sig. Tenace, tutti i giorni sbirciavo per vedere se eravate tornati! Un abbraccio

    ReplyDelete
    Replies
    1. Benvenuta anche a te qui sul blog, Lellabella. E grazie di pensare a noi.

      Delete
  9. Benvenuto sig. Tenace, tutti i giorni davo un'occhiata per vedere se eravate tornati! Un abbraccio!

    ReplyDelete
  10. Che felicità, che notizia grandiosa!!
    Tanti auguri a voi famiglia. Vi abbraccio.

    Ps. Ti ho scritto in pvt :)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie, Eva, anche per la tua email. Come sai bene, in questi giorni sto davvero pochissimo davanti al computer, ma appena posso ti scrivo. Sappi, comunque, che ti penso per quel che vivi e che vivrai (vivrete) in futuro.

      Delete